Sesso in auto: lo spot censurato dalla televisione italiana

Uno spot che pubblicizza un’agenzia immobiliare viene censurato dalla televisione italiana. Rai e Mediaset si rifiutano di trasmetterlo reputandolo “potenzialmente offensivo”.

Ma di cosa si tratta?
Lo spot in questione è la pubblicità ideata dal portale immobiliare Idealista.it, che individuando come target un pubblico di giovani ha osato, producendo una campagna pubblicitaria più vivace ed incisiva, nonchè ironica, piuttosto che uno spot tradizionale che presentasse le varie offerte.

Lo spot si intitola “beccati!” e propone immagine scattate improvvisamente a coppie di ragazzi, sia eterosessuali che omosessuali, intenti a far sesso in auto. Le immagini, non volgari e non esplicite, sono accompagnate da una voce che dice “ma non era meglio farlo a casa tua?”. Il messaggio di fondo è logico, quello di indurre i giovani a comprare una casa per avere maggiore indipendeza ed intimità.

Lo spot non ha avuto problemi ad esser mandato in onda nelle tv spagnole, e proponendolo vi chiedo se in Italia non ci siano pubblicità più volgari di questa.

Annunci

Le pubblicità più cattive e scandalose degli anni passati

L’obbiettivo della pubblicità è quello di impressionare il pubblico e spingerlo verso l’acquisto dei nostri prodotti. Abbiamo detto impressionarlo, senza specificare se positivamente o negativamente. Al giorno d’oggi molte pubblicità puntano sullo “scandalo” e il ribrezzo per far parlare di sè, ma è nin vigore una legge, almeno in Italia, che pone dei limiti ad esse. Negli anni passati non esistevano leggi che proibivano la messa in onda o la pubblicazione su riviste di pubblicità riguardanti sigarette, alcolici o articoli militari.

Anni fa venivano rese pubbliche reclame che al giorno d’oggi sarebbero ritenute, dalla stragrande maggioranza della popolazione, offensive e di cattivo gusto, se non razziste o sessiste.

Ecco un assaggio delle pubblicità più cattive e dure, che se non altro ci fanno riflettere sui piccoli cambiamenti che la società civile ha subito in questi anni.