Abercrombie & Fitch apre a Roma e Napoli?

Abercrombie & Fitch è sicuramente uno dei brand di abbigliamento giovanile più in voga del momento. Fondato nel 1892, attualmente conta 10.000 dipendenti e più di 300 punti vendita in tutto il mondo. Ma se da una parte gli Stati Uniti, con 300 negozi, rappresentano la fetta quasi totale di mercato del brand, d’altra parte il marchio ha intenzione di espandersi ulteriormente, soprattutto in Europa.

Attualmente in Italia l’unico punto vendita si trova a Milano, mentre si vocifera già da tempo di un’apertura a Bologna. Ora si fa insistente la voce sulla possibile apertura di due punti vendita, rispettivamente a Roma e Napoli, in modo da poter coprire maggiormente il territorio italiano.

L’apertura di questi due negozi è molto attesa dai giovani clienti, in quanto attualmente in Italia non esistono venditori autorizzati di questo brand, al di fuori del punto vendita milanese. Per i clienti italiani non resta che affidarsi quindi agli acquisti online tramite ecommerce.

Vedi anche: Still Pushin’ Clothing: magliette hip hop e strategie marketing

Annunci

Still Pushin’ Clothing: magliette hip hop e strategie marketing

   Still Pushin' Clothing Shirt Hip Hop facebookStill Pushin' Clothing Shirt Hip Hop male money or die

Still Pushin’ Clothing (www.stillpushin.it) è un brand ed e-commerce online di vendita di abbigliamento, ed in particolare di t-shirt ispirate alla cultura hip hop. Il brand offre magliette ad un costo basso e di buona qualità e per farsi conoscere ha puntato forte sui social network, la fidelizzazione del cliente e il targeting.

Still Pushin' Clothing Shirt Hip Hop milano

Per prima cosa Still Pushin’ Clothing è presente sui maggiori social network, come Facebook, Twitter ed Instagram. Su questi canali cerca di coinvolgere il pubblico tramite foto dei propri prodotti, foto di star dell’hip hop che hanno scelto di indossare le loro maglie, oppure linkando canzoni rap italiane e non.

Still Pushin' Clothing Shirt Hip Hop illuminatiLa grande connessione con il mondo hip hop è lampante e si palesa tramite l’utilizzo delle maglie Still Pushin’ da parte di rappers italiani del calibro di Clementino o Lirical Drugs. L’utilizzo da parte di questi artisti delle magliette di questo brand permettono di creare una sorta di pubblicità dettata dal passaparola  e dall’interesse dei fan.

Still Pushin' Clothing Shirt Hip Hop Clementino Radio DeeJay Smoke weed everydaySul sito internet possiamo trovare la sezione “fan gallery“, nella quale vengono pubblicate foto di coloro che hanno comprato ed indossano maglie Still Pushin’ Clothing. Si invitando dunque i clienti ad inviare le proprio foto alla mail da loro indicata, in modo da poter vederla pubblicata a fianco di quelle di alcune delle maggiori personalità dell’hip hop.

Al Fiat Open Lounge di Milano la presentazione della nuova Panda 4×4

Fiat Open Lounge Milano Panda 4x4 fiat open lounge milano

Giovedì 24 gennaio al Fiat Open Lounge di Milano si è tenuto l’evento per la presentazione della nuova Fiat Panda 4×4 al pubblico. 2SNetCom era presente per   analizzare le strategie di marketing e pubblicità attuate per il lancio della nuova versione dell’utilitaria italiana più famosa al mondo.

Gli organizzatori si sono assicurati una grande risposta di pubblico grazie all’utilizzo di social network come Facebook per la diffusione dell’evento. L’aver invitato gli studenti delle università milanesi segue la logica secondo la quale le utilitarie siano auto fondamentalmente indirizzate verso un target giovanile, spesso femminile e perlopiù abitante di una grande città come Milano.

Christian Grassani Simone Sirtori Fiat 2snetcom Marketing

All’evento è stata invitata Miss Italia 2012 Giusy Buscemi, testimonial degli spot Fiat. La vincitrice di Miss Italia si è resa disponibile a concedere foto insieme al pubblico e a chiacchierare con loro. La presenza di questo ospite ha sicuramente aiutato gli organizzatori a pubblicizzare l’evento.

L’evento consisteva in una sorta di aperitivo con buffet, in un open lounge, sia al coperto che all’esterno, dove si potevano ammirare le nuove 4×4 Panda. Le auto erano situate nel giardino esterno e il pubblico aveva la possibilità di entrarvi per vedere meglio gli interni. All’interno del locale grandi schermi tv trasmettevano gli spot televisivi dell’auto presentata, nonchè il backstage e immagini inedite sulla realizzazione della pubblicità.

Fiat Panda 4x4 open lounge milanoUno staff di fotografi ed intervistatori, accompagnavano i presenti durante tutta la durata dell’evento con foto e promozioni per provare in anteprima la nuova compatta Fiat.

Abercrombie & Fitch apre a Bologna il secondo negozio in Italia

abercromnie fitch milano italia italy bolognaAbercrombie & Fitch è uno dei marchi di moda casual più famosi tra le teeneger e i teeneger di tutto il mondo, Italia compresa.

Azienda americana fondata nel 1892 a Manhattan da David Abercrombie, che otto anni dopo, in seguito all’accordo con l’imprenditore Ezra Fitch ha trasformato il nome del marchio nel definitivo Abercrombie & Fitch. Inizialmente produttrice di abbigliamento sportivo e per la pesca, l’azienda ora è composta da più brand, come Hollister e Gilly Hicks. Con 1.045 punti vendita in tutto il mondo, e 4 miliardi di dollari incassati solo quest’anno, che hanno portato a 126 milioni di dollari di utili, il marchio sembra essere in un buono stato di salute.

Nonostante ciò, si è rincorsa più volte la notizia di una possibile chiusura della filiale di Milano, l’unica in Italia, situata in zona San Babila, e che ogni giorni richiama folle di giovani.

Adesso Abercrombie, oltre a smentire la chiusura del negozio di Milano, raddoppia ed entro il 2013 aprirà la seconda sede in Italia, a Bologna in via Indipendenza, nel locale finora occupato dalla Banca Monte dei Paschi di Siena.

Vedi anche: Still Pushin’ Clothing: magliette hip hop e strategie marketing

Abercrombie & Fitch in crisi, a Milano chiude?

Il famoso marchio di moda Abercrombie & Fitch sembra vivere un forte calo di popolarità negli Usa. Il brand con l’alce pare non susciti più grande interesse tra i teenagers americani, tanto che la società ha deciso di chiudere, entro il 2015, ben 180 negozi nei soli Stati Uniti. La crisi non sembra così disperata però in Europa, dove dal 2007 sono stati aperti 67 punti vendita. La società ovviamente non è a rischio fallimento, e vede nel mercato asiatico un target al quale puntare.

Nei mesi passati si era paventata per il web la possibilità che il punto vendita di Abercrombie a Milano potesse esser chiuso, a causa di forti debiti. Il costoso affitto della location e un investimento da 30 milioni di euro sembravano eccessivi in confronto ai guadagni, nonostante il negozio sia letteralmente preso d’assalto.

La chiusura di Abercrombie a Milano si è poi rivelata una notizia falsa, ma restano comunque reali i problemi economici. Un segnale di questa crisi è stata la differenziazione che la società ha intrapreso, non cercando di legare i propri prodotti al nome di un solo brand, in modo da evitare che una svalutazione del “nome” potesse intaccare le vendite. Hanno pensato così di utilizzare altri marchi per vendere i propri prodotti, creando così Hollister, Ruhel’s e Gilly Hicks.

Vedi anche: Still Pushin’ Clothing: magliette hip hop e strategie marketing

Global Cities: passo indietro per Milano

Uno studio dell’Università londinese di Loughborough, dal 1998 ha ideato un sistema per valutare quali siano le città più importanti ed influenti al mondo. Queste città, spesso metropoli, vengono definite global cities, ovvero città globali, e in base a parametri che valutano ad esempio l’importanza economica, finanziaria, culturale, sportiva e le infrastrutture, vengono inserite in una classifica generale.

Come si può ben prevedere, dal 1998 ad oggi, la classifica ha subito dei mutamenti, vedendo città, soprattutto dell’Asia e del Medio Oriente, scalare posizioni. Due città sono sostanzialmente rimaste però le regine incontrastate, ovvero New York e Londra. Queste due metropoli cosmopolite si aggiundicano il titolo Alpha++, la più prestigiosa delle dodici categorie presenti nella classifica.

Ma come si comportano le città italiane?

Nella classifica del 2008 Milano si trovava nella sezione Alpha+, un traguardo importante che premia le eccellenze finanziarie, di moda e di design del capoluogo lombardo. Segue di una categoria la capitale Roma, che viene premiata con Alpha- per la sua importanza politica e culturale. Trovano posto nella classifica anche Bologna e Torino, rispettivamente nelle sezioni High Sufficiency e Suffiency.

La classifica del 2010 vede però dei cambiamenti, con Milano declassata di una categoria, da Alpha+ ad Alpha. Tutto invariato per Roma, ferma ad Alpha-, mentre fa un passo avanti Torino, che passa nella categoria Gamma-, forse grazie agli sforzi attuati per ampiare la rete metropolitana e ferroviaria, nonchè per i lavori intrapresi per festeggiare nel 2011 i 150 anni d’Italia nella prima capitale della penisola.

Sembra chiaro dunque che, come un’azienda, anche una città deve promuovere se stessa e migliorarsi, grazie ad azioni concrete accompagnate da una buona strategia di marketing e da una pubblicità efficace, che promuova le proprie eccellenze e tenti di migliorare i propri difetti.

Ecco la classifica aggiornata al 2010:

Un successo di marketing la Notte Bianca a San Siro

 Come ben sappiamo il calcio moderno si avvicina sempre più ad un business e le società di calcio agiscono spesso come aziende, alcune delle quali quotate in borsa. Milan ed Inter hanno capito che il marketing e la pubblicità sono fondamentali per creare una base solida su cui poter costruire i successi anche sul campo da gioco. Per questo motivo la sera del 18 maggio, 2sNetCom e l’operatore di Microsoft Christian Grassani erano presenti allo Stadio Giuseppe Meazza, conosciuto anche come San Siro, che è rimasto illuminato ed aperto al pubblico. Una vera notte bianca per lo stadio più famoso d’Italia, che ha accolto migliaia di tifosi ed appassionati in un tour nel museo di Milan ed Inter, da poco inaugurato, e sul campo da gioco. I visitatori del museo hanno potuto rivedere le maglie e i memorabilia dei giocatori che hanno fatto la storia dei due club, come Ronaldo, Baresi, Facchetti, Shevchenko, Rummenigge e Gullit. Migliaia di flash fotografici sui trofei esposti delle due squadre meneghine, Champions Legaue (in foto), Coppa Uefa e molti altri. Inutile parlare dell’emozione e gioia di tutti i tifosi, dai bambini agli adulti, nel poter vedere da così vicino le scarpette e altri oggetti indossati dai propri idoli.

Attraversando il tunnel per l’ingresso in campo, come quello utilizzato dai campioni attuali e d’un tempo, ci si sente per un istante una stella del calcio, e passare dal buio del tunnel alla sconfinata grandezza delle tribune che si ergono a ridosso del campo da gioco è un’emozione unica. I tifosi hanno avuto la possibilità di sedersi sulle panchine che hanno ospitato Ancelotti, Sacchi, Liedholm, Herrera e Mourinho, e sentirsi tecnici di una grande squadra. Centinaia di tisosi si sono poi spostati verso le due porte del campo, avendo la possibilità unica di poter tirare un rigore, e segnare come hanno fatto negli ultimi anni i vari Ibrahimovic, Milito, Kakà e Snejder. un evento indimenticabile dunque, che accrescerà l’appeal che queste due squadre hanno sui propri tifosi, ma anche sui turisti stranieri presenti allo stadio, con correlati vantaggiosi risvolti d’immagine e di merchandising. Un evento che probabilmente le due società hanno intenzione di riproporre al pubblico.

Tutti gli eventi del Fuorisalone di Milano

Milano, come ogni anno, dal 16 al 22 aprile, ospita la fiera del mobile e una serie di eventi correlati, sparsi per la metropoli, ovvero il Fuorisalone. Installazioni di opere di design in numerose location cittadine, eventi esclusivi, aperitivi ed open bar fanno da contorno ai prodotti presentati dalle più rinomate aziende del settore. Il Fuorisalone è una vera e propria boccata d’ossigeno e freschezza per una metropoli che cresce, ma non ai ritmi delle proprie “colleghe” Londra, Parigi e Berlino. L’intendo del Fuorisalone è di far vivere a tutti questa esposizione del mobile, ma non come ad una mostra al museo, bensì dando la possibilità di interagire. Al fianco di opere di design si possono trovare divani, sedie e mobili dallo stile moderno, su cui possiamo sederci ed interagire quasi fosse il nostro salotto privato.

Per non farvi perdere neanche un evento del Fuorisalone vi indirizziamo al sito ufficiale, che con una grafica eccezionale vi permette di scoprire le location dei migliori party.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE TUTTI GLI EVENTI!